Pioggia di Biglietti d’oro e premi a Sorrento

Pioggia di Biglietti d’oro e premi a Sorrento

Come ampiamente previsto è stato Eternals a vincere il Biglietto d’oro per il maggiore numero di biglietti venduti della stagione. Il film Disney ha totalizzato 8,1 milioni di incasso ad oggi e così si posiziona davanti a No Time To Die della Universal, con 8 milioni, e a Dune della Warner con 7,3 milioni. Nessun italiano sul podio dei più visti in assoluto quindi.

C’è però la classifica dei film italiani più visti della stagione, che è stata vinta da Me contro Te – Il mistero della scuola incantata di Gianluca Leuzzi distribuito da Warner. Uscito in un periodo non facile (il 18 agosto) e con le sale a capienza ridotta, il film del duo diventato famoso su YouTube è stato lo stesso un grandissimo successo mettendo insieme 5,1 milioni di euro. Secondo classificato Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto con 3,1 milioni di euro, atteso sequel del campione di incassi con il medesimo cast e medesimo team creativo, mandato in sala da Vision anch’esso in un periodo non facile, per aiutare l’esercizio (26 agosto) e terzo Freaks Out di Gabriele Mainetti per 01 Distribution che ad oggi ha incassato 2,5 milioni di euro. Sceneggiatori e registi di questi primi 3 film hanno ricevuto le Chiavi d’oro.

Premio speciale alla miglior uscita evento andato a Time Is Up di Elisa Amoruso e ancora premi speciali Claudio Zanchi e Pietro Coccia consegnati dall’ANEC rispettivamente al talento emergente (Aurora Giovinazzo, Lorenzo Zurzolo) e al regista esordiente (Gianluca Jodice), ma anche un premio speciale ANEC a Carlo Bernaschi e il Premio alla carriera all’ex numero 1 di Universal Italia Richard Borg.

Ma non solo, i Biglietti d’oro sono anche un momento di celebrazione dell’esercizio e delle sale, e in questo anno di difficoltà i cinema che hanno accolto il maggior numero di spettatori sono stati il Beltrade di Milano (per la categoria monosale), il multisala Moderno di Sassari (nella categoria multiplex a 2-4 schermi), l’UCI Luxe Maximo di Roma (per i multisala da 5-7 schermi) e l’UCI Bicocca di Milano (per le multisala dagli 8 schermi in su).

Discorso diverso per le migliori medie schermo, categoria in cui il Don Bosco di San Donà di Piave si è dimostrato la monosala migliore per i centri urbani con meno di 50mila abitanti, il Moderno di Lucca per quelle nei centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti e il cinema Roma di Trento per quelle nei centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti.

Nella categoria multisala il Cristallo di San Bonifacio ha vinto tra i multiplex a 2-4 schermi in centri urbani con meno di 50mila abitanti, il multisala Edera di Treviso tra quelli in centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti, il multisala Modena di Trento tra quelli nei centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti e il multisala Orfeo di Milano tra quelli nei centri urbani con oltre 200mila abitanti. Salendo di categoria troviamo il multisala Arcadia di Melzo primo tra i multiplex a 5-7 schermi in centri con meno di 50mila abitanti, il Visionario di Udine tra quelli nei centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti e l’UCI Luxe Palladio di Vicenza tra quelli nei centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti. Ancora più su è stato il The Space Cinema di Cerro Maggiore ad far segnare le prestazioni migliori tra i multisala da 8 schermi in su in centri urbani con meno di 50mila abitanti, l’UCI Cinemas Casoria di Casoria tra quelli in centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti, il Multisala Oz di Brescia tra quelli in centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti e l’Anteo Palazzo del Cinema di Milano tra quelli in centri con oltre 200mila abitanti.


Condividi questo contenuto

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.