Le prevendite di Spider-Man: No Way Home mandano in tilt i siti UCI e TheSpace

Le prevendite di Spider-Man: No Way Home mandano in tilt i siti UCI e TheSpace

Alla mezzanotte che separava il 5 dicembre dal 6 dicembre sono state aperte le prevendite italiane per l’esordio in sala di Spider-Man: No Way Home e l’eccesso di domanda ha causato diversi disservizi nei siti delle principali catene cinematografiche.

Il nuovo film Sony/Marvel Studios, da noi distribuito da Warner, uscirà il 15 dicembre e le pagine per prenotare nelle catene UCI Cinemas e The Space Cinema sono state prese d’assalto, tanto che è stato necessario, ad un certo punto, l’utilizzo di una tecnologia di “coda virtuale” che limitasse e regolasse il traffico in accesso ai siti, così che la situazione fosse gestibile.

Più volte infatti sia UCI che The Space sono stati irraggiungibili per eccesso di richieste. 

Si tratta di un tipo di intasamento online che è molto frequente per la prenotazione di biglietti per concerti, e che invece capita molto più raramente per i cinema. Che sia accaduto è segno di un probabile grande successo per un film che da mesi ha generato discussioni online ed è atteso più della media. La Sony ha infatti dichiarato 50.000 biglietti prevenduti solo nelle prime 12 ore.

Il medesimo tipo di frenesia da pre-acquisto è stata registrata in patria, dove secondo DeadlineSpider-Man: No Way Home sta prevedendo meglio anche di Avengers: Endgame, ad oggi il secondo incasso più alto della storia del cinema, e per fare un confronto con film Marvel in epoca post-pandemica, in 2 ore ha prevenduto biglietti come Black Widow ha fatto in 24 ore.

A dare forza al film è il fatto che, nonostante non siano mancati titoli ambientati nell’universo Marvel negli ultimi mesi, questo è uno dei più attesi vista la centralità nello sviluppo della trama orizzontale che collega i diversi film della società. Più di Black Widow Shang-chi, il nuovo film di Spider-man è atteso perché porterà rivelazioni, informazioni e un avanzamento nella grande trama e comprenderà molti altri personaggi, anche al di là del protagonista che dà il titolo al film.

Una proiezione degli incassi basata su questi primi dati ha provato a farla Boxofficepro e, qualora la consueta proporzione tra prevendite e vendite dei biglietti fosse rispettata, Spider-Man: No Way Home andrebbe incontro ad un primo weekend da 200 milioni di dollari. Si tratterebbe di un tipo di incasso che non si registra (di nuovo) da Avengers: Endgame, uscito nel 2019.Bisogna tuttavia considerare che già altri film molto attesi e ad alta aspettativa di incasso usciti dopo l’impatto della pandemia, cioè No Time To Die e Dune, hanno mostrato un andamento diverso dal solito, fatto da un picco di spettatori iniziale molto forte e poi una coda meno forte di quanto non accadesse in precedenza. In buona sostanza al grande esordio potrebbe non seguire il moltiplicatore a cui siamo abituati.


Condividi questo contenuto

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.